Una Rappresentazione della Miniera

Torna indietro…

1370

Proteena però non riesce a visualizzare il segnale come i suoi compagni, allora Zymachi Yeoman comincia a produrre una di quelle “forme mnemoniche” tridimensionali che visualizza la posizione relativa degli Zymachi rispetto all’Unità Centrale: ne esce fuori una rappresentazione in scala della miniera, che lentamente si configura in fattezze umanoidi. “Quindi questa è la miniera, un essere grande come un continente, e l’unità centrale trasmette dal centro della testa.”

1380

Gli Zymachi utilizzano delle specie di rampini per selezionare le ramificazioni dei tunnel, guidando il capodoglio quanto più vicino possibile al bersaglio. Poi lasciano la corrente, attraversando una specie di rete che impedisce alle meduse di passare oltre.

1390

Improvvisamente raggiungono le avanguardie Ciclostane. Nelle vicinanze la miniera ha subito dei rimaneggiamenti, alcuni canali sono stati tagliati, indirizzati verso la fortezza e ricuciti.

1400

Gli Zymachi trasformano in meduse da combattimento varie macchine attirate nell’area.

1410

Proteena gli si avvicina tenendo il piccolo spinoso alto sulla testa. Una delle meduse da combattimento lo preleva e lo bacia, poi lo passa ad un compagno: somiglia molto all’antica cerimonia di benvenuto eseguita dai padri esterni. Proteena rimane al centro, Zymachi Healer le si avvicina e riapre la ferita che ha sul fianco, srotolando il nastro mnemonico.

1420

Il nastro fa il giro degli Zymachi, si dirama e si ricompone, rientra in Proteena che lentamente si trasforma in una versione ibrida di padre esterno. A questo punto si unisce alla cerimonia, salutando il piccolo e depositandolo in una specie di culla che Zymachi Yeoman ha preparato per lui. I guerrieri medusa sono pronti al combattimento.

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *