Scavi nella Miniera Vivente

Torna indietro…

0380

Trasportata dal vento, Proteena e i suoi commilitoni raggiungono una sorta di caverna. Dentro, vediamo dei Ciclostani già intenti a scavare nella Miniera, scorrono fiumi edibili, ogni sorta di materiale viene estratto e accantonato. Un Geniere che sta dirigendo i lavori spiega: “Ci sono Macchine ovunque, alcune sono statiche, altre si muovono. Guardate i frammenti di questo dirigibile. E’ stato disrutto da uno dei semoventi, noi li chiamiamo Meduse. Sono devastanti, ma per qualche ragione non ci attaccano. E oltre questo portale liquido scorre il fiume che porta dritto al Mare Interno…”

0390

Improvvisamente percepiamo pensieri violenti, in lontananza alcuni scienziati sono massacrati dai soldati, l’eco del colpo di stato riverbera lungo le pareti della caverna. I soldati si guardano stupiti, il luogotenente gentile cerca di difendere Proteena, ma è circondato e ucciso. Il suo sacrificio permette però a Proteena di tuffarsi attraverso il portale liquido, ritrovandosi nel fiume, trascinata dal flusso della corrente.

0400

Si aggrappa disperatamente ad un enorme disco frizzante, si appiattisce nella sua concavità. Dal suo nascondiglio vede legioni di Ciclostani intente a scavare nel letto del fiume, trincee sono allestite per proteggere dalla corrente, colonne di Modificati trasportano materiale di ogni tipo. Davanti a lei un commando si rimpinza delle interiora di un altro disco, lanciando tranci di cibo nelle fauci delle loro cavalcature.
Cominciamo a sentire un rumore sordo, una bassa vibrazione che agita la corrente crescendo in intensità: i Ciclostani si guardano spaventati.

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *