L’Unità Centrale comanda

Torna indietro…

0930

Proteena si risveglia circondata dagli Zymachi. “Cosa era quel rumore? Mi fa male la testa, come se qualcuno avesse tentato di cancellare i miei ricordi…” chiede.
Zymachi:- “Era l’Unità Centrale…”
Proteena:- “Chi è l’Unità Centrale?”
Z:- “E’ la sorgente delle direttive. L’Idiota è stato ripristinato, ed ora sta aspettando direttive…”
P:- “Possiamo comunicare con l’Unità Centrale? Dobbiamo impedire nuovi ripristini, non vogliamo perdere la memoria, vero?”
In effetti vediamo le nano macchine baloccarsi con le loro strutture mnemoniche, solo l’Idiota non le tocca.

0940

Si, è possibile comunicare con l’Unità Centrale. Gli Zymachi prendono posto sul capodoglio e cominciano a sequenziare frammenti di DNA che si piegano in boe luminose. Vediamo che le boe sono emesse dal capodoglio e si disperdono nella corrente. Alcune di loro sono risucchiate da un gigantesco vortice.

0950

La scena cambia, vediamo la dottoressa Hu analizzare il sangue di Kerenskij, lo centrifuga e lo sistema in una macchina sequenziante. Poi si mette davanti ad uno schermo e legge i dati man mano che escono… e rimane esterrefatta!

0960

Svegia Kerenskij e fa rapporto sugli ultimi sviluppi. Per prima cosa si è rivista la registrazione di quando Kerenskij ha tagliato le antennine degli Zymachi, ricostruendo la lunghezza di queste ultime e quindi le loro frequenze di risonanza. Con questi dati ha impostato la frequenza di ripristino come fosse un “accordo” piuttosto che una nota singola. “In qualche modo ha funzionato, ma con risultati inattesi. Osserva il messaggio di risposta: questa è l’intestazione standard, questo è il corpo (è scritto in binario) la prima parte è un operatore logico , poi viene un campionamento della sequenza di ripristino…”
“Non ci resettate…” conclude il professore dopo un attimo di silenzio. Stupefatti, commentano la situazione: gli Zymachi sono più intelligenti delprevisto, fanno richieste, prendono iniziative. Kerenskij ha una intuizione: nel suo dialogo muto con gli esseri che l’hanno invaso, c’è una nota di paura che potrebbe essere ricondotta agli Zymachi. La paura di un’alleanza.

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *