L’Armata di Eremokratos

Torna indietro…

1490

Alla debole luce delle boe appare, senza limite, l’enorme esercito di Eremokratos, fermo in contemplazione della fortezza al collasso. Quindi abbiamo Proteena e il nano robot in piedi al centro di un cerchio difensivo di meduse da combattimento…

1500

…e attorno legioni di Ciclostani.

1510

Zymachi Healer si avvicina di nuovo a Proteena, ed il nastro mnemonico riprende a circolare tra le meduse da combattimento.

1520

Proteena è tornata scienziato, e si avvicina al nano robot. I due si osservano e si toccano, Hu può percepire le fattezze traslucide di Proteena, quasi invisibile al microscopio ottico. Su un lato vediamo il modello in scala della miniera, come se Kerenskij fosse lì fra loro.

1530

Hu contempla la scena, poi ha una idea: collega il suo computer agli occhialoni dell’esoscheletro, invertendo il flusso di immagini, dal nostro mondo al microscopico…

1540

…e dalla lente del nano robot fluisce, come un vento, il video che Hu ha ripreso solo un giorno addietro…

1550

…con Nestis che si avvicina e Kerenskij in ginocchio, che grida parole inaudibili, e l’intera scena è proiettata sullo sfondo di Ciclostani, ogni soldato reagisce come parte di una retina, ricostruendo attraverso la Musica l’immagine di partenza. Proteena capisce che sta guardando la miniera dall’esterno, e percepisce la luce prodotta dal passaggio di Nestis nell’atmosfera terrestre, e richiama alla mente lo stesso fenomeno, come lei lo ha vissuto personalmente all’inizio di questa avventura.

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *