Il racconto del Ciclo #2

Torna indietro…

0710

I soldati lentamente si scaldano nei loro acquartieramenti, e si uniscono al coro. La Musica si eleva dal cuore della città, è bellissimo il primo canto del Ciclo, il canto della gioia e della vita, e i soldati ardenti ricevono le bellissime viaggiatrici, così misteriose, così esotiche, e da loro ricevono il secondo uovo.

0730

I soldati fecondi ora cercano una sacerdotessa con cui accoppiarsi. La scelta può essere difficile, giocano infiniti fattori: il rango, la discendenza, fattori politici, ma a volte è solo l’istinto a far sì che i due si piacciano, e il terzo uovo passa di bocca in bocca.

0740

Intanto si rafforzano le armate, si organizzano le prime spedizioni, gli assedi e le mattanze, ma anche i sottili intrecci, le alleanze e i vaticini. Non conosce limiti l’alleanza tra soldati e sacerdotesse, almeno fino a oggi, visto che io stessa vengo braccata e mi rifugio tra voi.

0750

Ma torniamo al campo di battaglia, dove i ladri fanno razzie in mezzo ai morti, entrano nelle città sguarnite muovendosi in piccoli branchi, pronti a dileguarsi nella foresta.

0760

Ed è lì, al limitare della foresta dove radici e mura ingaggiano una lotta silenziosa, che le scienziate, rapite da una sorta di estasi, incontrano segretamente i ladri e gli regalano il quarto uovo.

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *