Il Battesimo degli Zymachi

Torna indietro…

0890

Ma gli Zymachi non possono rispondere, non hanno storie da raccontare, riconoscono gli oggetti che li circondano, sanno perfettamente come funzionano e come modificarli per ottenere altro, ma non sanno nemmeno il loro stesso nome.

0900

“Allora vi darò io un nome…” dice Proteena, e con dei filamenti proteici traccia sulla superficie delle nano macchine dei segni in una specie di codice binario, configurando come delle faccette, che a loro volta gli ispirano un soprannome:
O= Zero, X= Yeoman, OO= Moon-moon, OX= Antagonist, XX= Charm, O/X= Healer, X/O= Idiot.

0910

Improvvisamente si sente un rumore lacerante, a cui gli Zymachi reagiscono lampeggiando ritmicamente. Le loro antenne vibrano frenetiche, perdendo contatto con le strutture mnemoniche: riconosciamo il suono della sequenza di ripristino. Proteena si contorce tenendosi la testa tra le mani, ma reagisce…

0920

…capisce che deve bloccare le antenne degli Zymachi, legandole con i frammenti di DNA che prima stava utilizzando per ricamare le facce delle nano macchine. Man mano che le antenne vengono bloccate, il singolo Zymachi perde sincronismo e smette di lampeggiare. La vibrazione diminuisce di intensità, Proteena ha impedito alle macchine di essere resettate, tutte tranne una, che galleggia indifferente, mentre uno schema di luci gli attraversa il corpo. La giovane madre centrale si richiude, esausta, nella sua configurazione protettiva.

Continua…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *